Home     <<Back

LAUDATIO IN HONOREM

KARL-OTTO APEL


A Niedernhausen in Germania consegnato a Karl-Otto Apel il volume prodotto in occasione del suo 85esimo compleanno

Niedernhausen (GERMANIA) – Il 15 marzo di quest’anno il maestro dell'etica del discorso e della pragmatica trascendentale ha compiuto 85 anni. Per l'occasione, amici, colleghi e allievi hanno preparato una Laudatio in suo onore e il 24 marzo 2007 lo hanno festeggiato nella sua casa a Niedernhausen (in Germania), dove si è ritrovato il gruppo più ristretto dei suoi amici ed estimatori internazionali: Wolfgang Kuhlmann, Dietrich Böhler, Michele Borrelli, Alberto Mario Damiani, Reinhard Hesse, Matthias Kettner, Marcel Niquet.

Gli studiosi curatori della Laudatio in honorem Karl-Otto Apel, Matthias Kettner e Michele Borrelli, hanno organizzato all’insaputa del filosofo e in accordo con la sua famiglia, un pomeriggio festoso nel corso del quale stato consegnato all’illustre filosofo il testo della Laudatio prodotto in occasione del compimento del suo 85° anno di età che ricorreva il 15 marzo 2007.

A breve distanza dalla pubblicazione della raccolta di scritti di Karl-Otto Apel che comprende il suo ultimo saggio inedito: Ermeneutica e filosofia trascendentale in Wittgenstein, Heidegger, Gadamer, Apel (a cura, traduzione e presentazione di Michele Borrelli, Pellegrini Editore, Cosenza 2006), edito dalla medesima Casa Editrice Luigi Pellegrini esce ora una miscellanea di lavori offerti da stretti collaboratori e allievi dell’insigne maestro dell’etica del discorso e della pragmatica trascendentale in occasione del suo 85esimo compleanno.

Articolata la Laudatio prodotta in onore di Karl-Otto Apel ha radunato sedici saggi in più lingue (tedesco, inglese, spagnolo, italiano, ucraino):
Dietrich Böhler, Hic Rhodos, hic salta! Kannst Du diese Rede/Handlung als glaubwürdiger Diskurspartner vertreten?;
Michele Borrelli, L’aporetica come struttura di fondo dell’etica del discorso?;
Adela Cortina, Eine “herzliche” Version der Diskursethik;
Alberto Mario Damiani, Die Idee der Kritik nach der sprachpragmatischen Wende;
Julio De Zan, Zu einer Revision der Diskursethik;
Raúl Fornet-Betancourt, Karl-Otto Apel y su presencia en la filosofía latinoamericana;
Graciela Fernández, Die besondere Leistung der Diskursethik Karl-Otto Apels: ihre historisch-philosophischen und ethisch-politischen Beiträge;
Jon Hellesnes, Der Inspirator;
Reinhard Hesse, Um welche Grundeinsichten geht es in der Philosophie? Eine Programmskizze;
Matthias Kettner, Karl-Otto Apel zum 85.Geburtstag. Wozu sind gute Gründe gut?;
Ricardo MaliandiGesinnung als Verantwortung. Zur Deutung einer Prinzipserweiterung in der Diskursethik;
Dorando J. Michelini, Die primordiale kommunikativ-diskursive Autonomie. Zu Ehren von Karl-Otto Apel anlässlich seines 85. Geburstags;
Marcel Niquet, “The cat is on the mat” oder Von der Korrespondenztheorie zur Letztbegründung;
Audun Øfsti, Zu einigen Punkten der transzendentalpragmatischen Kant-Transformation;
Gunnar Skirbekk, Laudatio for Karl-Otto Apel;
Anatoliy Yermolenko, СПРОБА РЕЦЕПЦІЙ ЕТИКИ ДИСКУРСУ  К.-О. АПЕЛЯ ДО УКРАЇНСЬКИХ РЕАЛІЙ.
Ad aprire il volume (pp. 116, € 15,00) la Premessa degli studiosi curatori: Matthias Kettner e Michele Borrelli. Il libro è stato pubblicato presso l’Editore Pellegrini nella collana Metodologia delle Scienze Sociali, diretta da Michele Borrelli, il quale per la stessa collana ha già curato, in versione italiana, ben tre raccolte di scritti del filosofo tedesco. La copertina del volume è illustrata a colori da una delle più recenti fotografie del filosofo.
Apel si è mostrato piacevolmente sorpreso e contento per l’iniziativa ed ha rivolto ai colleghi e agli amici presenti e a tutti gli studiosi amici che hanno partecipato alla Laudatio i suoi più sentiti ringraziamenti ed apprezzamenti.

Articolo tratto da Topologik.net, 27 Aprile 2007

 


 
 

 

In piedi da sinistra: Matthias Kettner e Michele Borrelli consegnano il testo della Laudatio a Karl-Otto Apel. A sinistra: Marcel Niquet, a destra: Dietrich Böhler.

 

Da sinistra a destra: Marcel Niquet, Matthias Kettner, Michele Borrelli, Karl-Otto Apel, Dietrich Böhler, Alberto Mario Damiani.

 

Il gruppo ristretto di familiari e studiosi amici raccolto intorno al maestro dell'etica del discorso e della pragmatica trascendentale: Wolfgang Kuhlmann, Dietrich Böhler, Michele Borrelli, Alberto Mario Damiani, Reinhard Hesse, Matthias Kettner, Marcel Niquet. Di spalle, seduto con la moglie, il filosofo Wolfgang Kuhlmann.